Come monetizzare un blog

come monetizzare un blog

Come monetizzare un blog 

la prima cosa che i nuovi blogger chiedono, solitamente. È una domanda più che legittima, come ho già avuto modo di chiarire all’inizio: si inizia a scrivere anche per questo.

Posso davvero avviare un blog e sperare in cospicui guadagni?

Imparare come monetizzare un blog non è una cosa semplice. Dovrai impegnarti seriamente per ottenere risultati validi. In questo articolo, ti esporrò cinque metodi sicuri e testati, pronti da mettere in pratica. Li esaminerò uno ad uno e ti spiegherò come trarne il massimo profitto.

  1. Marketing di Affiliazione;
  2. Pubblicità;
  3. Corsi online;
  4. Vendita;
  5. Freelance.

L’ordine in cui sono presentati non è casuale. Se stai cercando di capire come avviare un blog e guadagnare per la prima volta, ti consiglio di sperimentare prima il marketing di affiliazione e poi di passare agli altri metodi.

Stabilire come iniziare non è semplice, soprattutto perché non hai ancora ben individuato il target di riferimento e non sai se le persone saranno interessate ad un tuo prodotto specifico, come un nuovo modello di scarpe o un corso online. Ecco perché bisogna scegliere con attenzione come promuovere la tua attività di blogger in modo sicuro e far sì che produca i risultati sperati.

1) Monetizzare un blog tramite il Marketing di affiliazione

marketing varie scritte

Il marketing di affiliazione è il primo metodo di monetizzazione sulla lista perché è generalmente il modo più semplice per iniziare a creare movimento sul tuo blog.

In cosa consiste?

In termini semplici, il marketing di affiliazione è il processo di promozione dei prodotti di altre persone in cambio di una commissione, che viene corrisposta ogni volta che la tua raccomandazione produce direttamente una vendita. Il meccanismo è finemente regolato e normato tramite un link di affiliazione che contiene un tuo codice identificativo.

Le commissioni generalmente sono comprese tra il 5% e il 80%. Se si tratta di prodotti fisici è più vicina al 5%; in caso di prodotti digitali, sono possibili anche commissioni dell’80%.

Se vuoi monetizzare il tuo blog attraverso il marketing di affiliazione devi avere ben chiaro:

  • quali prodotti affiliati vuoi promuovere
  • come vorrai promuovere questi prodotti

Come trovare prodotti da promuovere?

In generale, se un prodotto ha un programma di affiliazione disponibile, questa volontà sarà espressamente citata in qualche sezione del sito web della società.

Tre golden rules per il marketing di affiliazione

Almeno all’inizio, sarà necessario ricordare tre regole fondamentali per sfruttare bene questa opportunità.

Anzitutto, devi scegliere prodotti che usi e conosci bene. In questa maniera, consiglierai soltanto merci o servizi di cui hai avuto esperienza diretta e a cui hai attribuito valutazioni positive.

In secondo luogo, scegli prodotti che ritieni validi e necessari. In questa maniera, agli occhi dei lettori risulterà come se stessi dando un consiglio ad un amico – come se esprimessi un parere sul migliore smartphone da acquistare – e si sentiranno inevitabilmente più vicini al tuo pensiero.

Infine, seleziona quei prodotti da cui il tuo pubblico può trarre reale beneficio. Se ad esempio il tuo target corrisponde alle casalinghe, sarà consigliabile inserire prodotti per la casa o libri di ricette, facendo riferimento ad una gamma di prodotti che le lettrici potrebbero ritenere più affini ai propri interessi. La pertinenza dei banner, in questo contesto, è molto importante.

Cosa puoi aspettarti dal marketing di affiliazione?

Il marketing di affiliazione può essere una grande fonte di reddito, ma tutto dipende da due fattori:

  • la dimensione del tuo traffico
  • la reattività del tuo pubblico

Con il tempo, il traffico aumenterà, quindi per ora non preoccupiamoci di questo aspetto. Fondamentalmente, quanto prima inizi con il marketing di affiliazione, prima vedrai qualsiasi tipo di risultato.

Anche se il marketing di affiliazione è la tecnica di monetizzazione più semplice e probabilmente la più efficace che puoi usare, per avere successo devi curare attentamente i dettagli delle promozioni assicurandoti che il prodotto si adatti al pubblico.

Come monetizzare un blog

Anche se il marketing di affiliazione è la tecnica di monetizzazione più semplice e probabilmente la più efficace che puoi usare, per avere successo devi curare attentamente i dettagli delle promozioni assicurandoti che il prodotto si adatti al pubblico.

 

2) Utilizzo di sponsor e pubblicità per guadagnare 

parete con sponsor pubblicitari

Quante volte guardando la TV è capitato di sentir dire: “Questo episodio ti viene offerto da…”? Bene, hai visto una sponsorizzazione in azione.

Chiedere a qualcuno di sponsorizzare il tuo blog può portare un bel po’ di soldi. Tuttavia, l’unico lato negativo è che, di solito, bisogna avere un pubblico numerosissimo per ottenere uno sponsor.

Se questa è la strada che vorresti intraprendere, puoi iscriverti a Google AdSense e iniziare a pubblicare annunci sui tuoi blog. Il tempo e il traffico necessari per vedere guadagni significativi dagli annunci, però, sono più lunghi.

Quello che ti consiglierei di fare quando inizierai con un nuovo blog, in tutta sincerità, è questo:
dimentica gli annunci. Considera solo la pubblicazione dei banner di affiliazione, prima di ricevere almeno 1000 visitatori al giorno. Una volta che il numero di visitatori sarà oltre questa cifra, potrai pensare anche alle sponsorizzazioni.

3) Creazione di un corso online

logo seo scritto

I corsi online stanno diventando sempre più popolari. Se vuoi cominciare a monetizzare e creare movimento sul tuo blog, i corsi sono un modo efficace e trasparente per farlo.

  • Il tuo blog parla di cucina? Insegna un corso di cucina.
  • Hai un blog di scooter? Imbastisci un corso di riparazione per scooter.
  • Preferisci parlare del tuo gioco online preferito? Fai un corso su come diventare un giocatore migliore.

Un esempio: Marco Ronco di Posizionamento di ricerca offre i suoi video-corsi sul posizionamento di blog e siti web. Il suo blog ora è uno dei più rappresentativi nel campo SEO. Personalmente anche io ho seguito il suo corso e ho avuto occasione di aggiornare alcune conoscenze.

 

4) Vendere un libro o un prodotto

trabet con connessione ad un libro

Come un corso, scrivere e vendere un libro (o ebook) è un buon modo per affrontare l’argomento di come monetizzare un blog. Certo, ci vuole un sacco di tempo e c’è bisogno di un seguito interessato per vendere, ma a lungo termine, un libro è un buon modo per monetizzare.

L’unica difficoltà, sembrerà banale, ma è proprio scriverlo, il libro. Mettendo da parte la possibilità che tu abbia capacità di scrittura, c’è anche il problema di cosa scrivere nel libro. Potenzialmente, il tuo libro dovrebbe offrire alcuni contenuti mai visti prima su altri blog, interessanti e istruttivi per il lettore.

In altre parole, potresti anche riutilizzare il contenuto del tuo blog e compilarlo in forma di libro. Anche se potrebbe sembrare troppo semplice, ti assicuro che è quello che alcuni blogger di maggior successo hanno fatto per anni.

Anche il libro non ha bisogno di essere il tuo prodotto finale, per così dire. Puoi venderlo per fungere da punto di contatto iniziale con il tuo pubblico per poi eventualmente espanderlo al tuo corso, se usi entrambi i metodi!

5) Freelance

blogger che scrive al suo pc

La maggior parte delle persone che iniziano un blog acquisiscono determinate abilità, come la scrittura, la progettazione di siti Web, la progettazione grafica, il marketing o anche la gestione dei social media.

Queste abilità possono direttamente riguardare il reddito online. Tutto quello che devi fare è usare il tuo blog per pubblicizzarli.

Sembra forse più facile a dirsi che a farsi.

Però prova ad usare questa strategia: utilizzare ottimi contenuti per attrarre le persone che desiderano lo stesso tipo di contenuti che crei. Metti in mostra il tuo lavoro di progettazione grafica, avendo un bel sito web o mostrando le tue capacità nei social media.

Se sei pronto per immergerti nel mondo del lavoro freelance, prendi in considerazione la possibilità di creare profili su siti come Speaklike, Twago o Fiverr . Sebbene tu possa accettare il lavoro direttamente tramite il tuo blog, se sei appena iniziato, l’utilizzo di questi siti di lavoro che già hanno traffico e affidabilità possono facilitare la tua transizione.

Conclusioni

Dopo aver realizzato il tuo blog, se non vedi subito i soldi in banca, non lasciarti scoraggiare dal continuare a dedicartici. Per vedere un buon reddito si richiedono almeno 6-12 mesi.

Nel complesso, imparare a monetizzare un blog consiste principalmente nel provare, ripetere, migliorare e testare. Quindi, ti consiglio sempre di sperimentare nuovi programmi di affiliazione, l’introduzione di nuovi prodotti, la sperimentazione di nuovi metodi promozionali.

Prova a prendere due versioni di qualcosa (può essere un pulsante, un messaggio di vendita, un titolo, un’immagine del prodotto) e promuoverle contemporaneamente finché non hai abbastanza dati per prendere una decisione su quale sia la versione migliore.

Un modo per eseguire questa forma di test è con Google Optimize: è gratuito e ha funzioni sufficienti per soddisfare qualsiasi blogger.

Siamo giunti alla fine della nostra guida su come avviare un blog e monetizzarlo. Se sei ancora qui, devo congratularmi con te! Vuol dire che sei interessato davvero…

Ricorda sempre, però, che la pazienza è la virtù dei forti, quindi anche se non avrai risultati immediati, non mollare! Sono certo che riuscirai a trovare il tuo spazio in questo vasto mondo internautico.

uomo di affari che scappa

Se hai dei consigli, ti invito a lasciare un commento qui sotto e a condividere la tua esperienza. Mi piacerebbe davvero rendere questo post una risorsa utile per tutti. Allo stesso modo, se hai domande per me, lascia un commento e farò del mio meglio per risponderti in tempi brevi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

In questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare report di navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .