40 cose da sapere prima di iniziare un blog (Quinta Parte)

cose da sapere prima di iniziare un blog

Avviare un blog per la prima volta è un’esperienza incredibile, ma difficile, è un duro lavoro e ci sono molte insidie ​​lungo la fase di realizzazione. Soprattutto se è la tua prima volta. Ci sono così tanti “trucchi”, cose da fare, infatti, abbiamo creato una lista completa di 40 cose da sapere prima di iniziare un blog, 40 cose che abbiamo diviso in più articoli e che pubblicheremo settimanalmente. In questo modo, ti aiuteremo a fare meno errori possibili.

14) Posizionamento SEO 

Uno dei più grandi errori che ho fatto in precedenza, e che altri blogger ancora fanno, è non attenersi a un unico tema per i post. Siamo d’accordo sul fatto che ognuno di noi può avere molteplici interessi. Ad esempio potresti essere un fotografo che ama anche i viaggi e il marketing. Ma il tuo blog non trarrà vantaggio dal parlare di tutte e tre le cose. Ecco perché:

  1. Trovare i lettori giusti sarà difficile. Quante persone conosci che sono allo stesso tempo viaggiatori, fotografi e venditori? 
  2. Il posizionamento SEO diventa più complicato. A Google piacciono i siti dedicati esclusivamente a un singolo argomento perché sa esattamente di cosa trattano.
  3. Sarà più difficile monetizzare il tuo blog. Il denaro proviene dal traffico diretto e mirato. Se ti allarghi troppo in varie direzioni, non otterrai il traffico di qualità di cui hai bisogno.

Se proprio vuoi parlare di cose diverse, ti consiglio di tenere blog separati. A meno che tu non riesca a trovare un pubblico di nicchia e abbia ancora post molto efficaci su ogni argomento, non ne vale la pena.

15) Usa il tuo pubblico per scegliere gli argomenti

Scegliere in modo casuale gli argomenti in base a ciò che pensi che potrebbe piacere ai tuoi lettori è come giocare alla lotteria. Forse vinci, forse no. Ma cosa succede se lasci che il tuo pubblico ti dica di cosa vogliono sentire parlare? Questa sarà una vittoria garantita.

Ecco alcuni modi per scoprirlo:

  • Raggiungili sui social media o via e-mail e chiedi, semplicemente!
  • Invia un sondaggio alla tua mailing list o usa Qualaroo.
  • Leggi i commenti lasciati sul tuo blog o sui blog della concorrenza.
  • Visita i forum del settore e guarda cosa chiede la gente.
  • Utilizza Buzzsumo per sapere quali sono le domande comuni sull’argomento

La cosa bella di Buzzsumo è che una volta che hai scritto un articolo che risponde a una domanda comune, puoi andare in quel forum dove hanno sollevato la domanda e linkare l’articolo. Come vedi, chiedere al tuo pubblico è abbastanza facile. Gli ultimi tre punti della lista li puoi testare anche se non hai ancora un pubblico che ti segue.

16) Condividi i tuoi contenuti da qualche parte oltre ai social media

La maggior parte delle persone condivide ogni nuovo articolo sui social media, ma poi non lo pubblica da nessun’altra parte. Questo è uno degli enormi errori che le persone commettono quando promuovono i loro post. Abbiamo già parlato dell’estensione della posta elettronica e del lavoro con gli influencer. Ma c’è ancora molto lavoro da fare! Ecco i migliori posti dove condividere il tuo nuovo post sul blog:

  • Forum di nicchia

I forum sono un ottimo modo per ottenere traffico a lungo termine perché, se fatto bene, il tuo post rimarrà lì per molto tempo e forse anche nei risultati di ricerca.

Puoi trovare i forum cercando semplicemente su Google. Ma una volta trovato il forum, è necessario diventare un membro attivo. Non puoi limitarti ad apparire all’improvviso e lasciare un link, perché verresti bandito abbastanza velocemente. Consiglio di lasciare almeno 20-30 commenti di alto valore prima di qualsiasi auto-promozione. Per commenti di alto valore intendo commenti che siano stimolanti e utili, non semplicemente commenti generici scritti con una grammatica impeccabile.

  • Quora

Quora è un posto dove chiunque può chiedere qualsiasi cosa o lasciare una risposta. Cerca su Quora domande relative ai post che hai scritto, scrivi una risposta ponderata e rimanda al post per maggiori dettagli.

Ti dico per esperienza che Quora funziona ancora meglio se sei popolare e non devi nemmeno rispondere tu stesso! Potrebbe essere un influencer con cui collabori a rispondere per te e linkare al tuo post. 

  • Gruppi di social media

Ho citato brevemente i gruppi di Facebook nella sezione sui social media, ma adesso approfondiamo l’argomento. I gruppi di social media, come quelli su Facebook, LinkedIn e Google Plus, sono un modo fantastico per attirare traffico altamente mirato. 

Trovarli è molto semplice, basta andare su Facebook o LinkedIn e fare clic su “Gruppi”. Per Google Plus, vai alla scheda “Comunità” e cerca lì. Unisciti a quelli pertinenti. Come con i forum, non limitarti a spammare i tuoi contenuti. Diventa un membro amato della comunità, integrati con le altre persone e condividi i loro contenuti. Una volta che i membri del gruppo ti conoscono e ti stimano, puoi iniziare a condividere i tuoi post. E non dimenticare di rispondere ai loro commenti!

Nel prossimo articolo settimanale tratteremo ( Sesta Parte) i seguenti argomenti:

  • Coltiva la tua pagina “Informazioni”
  • Sfrutta la pubblicità dei social media
  • Aggiungi video ai post del tuo blog
  • Fai attenzione ai tempi di caricamento del tuo blog

Se hai dei consigli, ti invito a lasciare un commento qui sotto e a condividere la tua esperienza. Mi piacerebbe davvero rendere questo post una risorsa utile per tutti. Allo stesso modo, se hai domande per me, lascia un commento e farò del mio meglio per risponderti in tempi brevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

In questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare report di navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .