40 cose da sapere prima di iniziare un blog (Seconda Parte)

creare un blog

Avviare un blog per la prima volta è un’esperienza incredibile, ma difficile, è un duro lavoro e ci sono molte insidie ​​lungo la fase di realizzazione. Soprattutto se è la tua prima volta. Ci sono così tanti “trucchi”, cose da fare, infatti, abbiamo creato una lista completa di 40 cose da sapere prima di iniziare un blog, 40 cose che abbiamo diviso in più articoli e che pubblicheremo settimanalmente. In questo modo, ti aiuteremo a fare meno errori possibili.

2) Crea link per migliorare le tue classifiche

Il link building è un’estensione del SEO e i backlink al tuo sito web sono uno degli indicatori più forti  per il posizionamento su Google in ottica SEO. C’è da lavorarci tanto, ma non è necessariamente difficile o complicato, è solo una questione di networking, costruzione di relazioni solide e targeting dei contenuti per rivolgersi alle persone che possono realmente generare lead.

Ecco una panoramica rapida per fare linkbuilding efficace:

Innanzitutto, hai bisogno di contenuti di alta qualità. Nessuno si collegherà a contenuti spazzatura.

Si consiglia di creare contenuti specifici dedicati alle persone da cui si desidera ottenere link in ingresso, anziché concentrarsi prima sulle parole chiave. Io ho testato questo sistema e devo dire che funziona. Una volta che hai elaborato del contenuto di qualità, contatta tutti quelli a cui ti rivolgi nel tuo articolo. È più probabile che queste persone condividano e si colleghino a quel link, se è in linea con i loro interessi.

Se si desidera automatizzare questo processo, è possibile utilizzare uno strumento di assistenza alla posta elettronica come MailChimp

Tuttavia, esistono molte altre tecniche di creazione di backlink che è possibile utilizzare, come creare link che rimandano alle source page, aggiornare i link rotti, collegarti ad altri blogger ed esperti del tuo settore, solo per citarne alcune.

3) Scegli la qualità rispetto alla quantità

Questa è una lezione che ho imparato nel mio studio sul SEO e facendo il blogger in generale. La qualità batte sempre la quantità quando si tratta di post sul blog.

Non basta pianificare e pubblicare un post al giorno o a settimana. Se fai le cose per bene, è sufficiente anche un post al mese. Questo ti dà tutto il tempo che ti serve per fare promozione. Google era solito posizionare in cima i siti con nuovi contenuti, ma poi i siti iniziarono ad abusare di questa preferenzialità e buttavano fuori una dozzina di articoli al giorno di scarsa qualità. Ha funzionato per un po’, poi Google ha preso delle contromisure e quei siti si sono estinti.

Riflettici onestamente, preferiresti avere dieci post decenti sul tuo blog, o due davvero grandiosi? Io preferirei averne due grandiosi. Soprattutto perché gli articoli di alta qualità raccolgono backlink, risultano più autorevoli e aumentano il valore dei link interni.

4) Usa il collegamento interno per aiutare Google 

I link interni sono particolarmente importanti quando si avvia un blog. Sono semplicemente dei collegamenti da una pagina a un’altra pagina del tuo sito. (Mentre il link esterno è un collegamento da una pagina del tuo sito a una pagina sul sito di un’altra persona.) Il collegamento interno è importante per il SEO, ma aiuta anche i tuoi lettori a navigare nel tuo blog, ed è un ottimo modo per far leggere ai nuovi lettori i vecchi contenuti.

Inoltre, quando si ha un post che ha un sacco di collegamenti a ritroso del blog collocato ai primi posti nei motori di ricerca, tutti i link interni contenuti in quel post contribuiscono ad aumentare il posizionamento anche delle altre pagine collegate.

5) Il guest blogging, strategia per ottenere backlink

Il guest blogging è un’altra strategia per ottenere backlink e traffico verso il tuo sito. Si tratta essenzialmente di prendere in prestito il traffico di un altro blog autorevole e dirottarlo sul tuo. Probabilmente ne hai già sentito parlare. Funziona così:

Per prima cosa, devi trovare un blog su cui vorresti parlare di te e di quello che offri. Se non ne hai già in mente qualcuno, cerca gli opinion leader all’interno della tua nicchia o in una nicchia strettamente correlata.

Ad esempio, se sei un content marketer leggi i blog sul content marketing, come il Content Marketing Institute, che ha oltre 100.000 abbonati alla posta elettronica e un’autorità di dominio (DA) di 85.

(Nota: l’autorità di dominio è un punteggio su una scala da 1 a 100 che mostra quanto sia autorevole un sito. Si basa sul profilo del collegamento, sull’età e su una tonnellata di altri fattori. Più è alto, maggiore è l’incentivo SEO.)

 

Nel prossimo articolo settimanale tratteremo ( Terza Parte) i seguenti argomenti:

  • Usa i social media
  • Crea immagini di alta qualità
  • Formatta il tuo post sul blog per dargli un aspetto autorevole
  • Utilizza il content upgrad

Se hai dei consigli, ti invito a lasciare un commento qui sotto e a condividere la tua esperienza. Mi piacerebbe davvero rendere questo post una risorsa utile per tutti. Allo stesso modo, se hai domande per me, lascia un commento e farò del mio meglio per risponderti in tempi brevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

In questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare report di navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .