Guida SEO per principianti

Guida SEO per principianti

Se hai creato un sito web hai qualcosa da comunicare e vuoi che le persone siano in grado di trovarlo con facilità. Conoscere le linee guide SEO può aiutarti a costruire il tuo pubblico. Saprai quali sono gli elementi di design da privilegiare, imparerai come creare contenuti che avranno un’elevata esposizione e una qualità soddisfacente per i tuoi visitatori. Questa guida  è stata sviluppata per eliminare i tuoi dubbi riguardo i motori di ricerca: come funzionano e come farli funzionare per te. Per aiutarti a capire le basi dell’ottimizzazione dei motori di ricerca, affronteremo argomenti riguardanti i siti web, il web design e i contenuti online. Dopo aver letto questa “guida  SEO per principianti”, conoscerai gran parte dei meccanismi che controllano il SEO.

Cos’è la SEO e come funziona? 

La SEO è un metodo per aumentare la visibilità di un sito Web e classificarlo nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca; ci aiuta a creare siti più adatti ai motori di ricerca e siti che offrano un’esperienza migliore per l’utente.

Molte cose influenzano la visibilità di un sito Web, tra cui: la progettazione, le parole chiave e i collegamenti. Inoltre, molti elementi della SEO non sono ben noti. Questi fattori fanno sì che le persone non possano sfruttare appieno la SEO per migliorare il ranking dei loro siti Web e dei loro contenuti. È importante tenere presente che i motori di ricerca utilizzano algoritmi che sono ancora in crescita e in via di sviluppo; gli aggiornamenti di quest’ultimi vengono creati per aiutarli a fornire risultati di qualità più elevata.


Leggi anche questo articolo consigliato per te: Corso Blogging SEO WordPress: Diventa un Vero Blogger


Per iniziare ad utilizzare la guida SEO per principianti,  il primo passo è creare un sito web e decidere quali parti rendere visibili per il motore di ricerca. A questo punto sul tuo sito web verrà inviato un “web crawler”, per raccogliere informazioni sul sito e sulle sue pagine. Il motore di ricerca utilizza questo input per valutare la qualità dei tuoi contenuti e del tuo sito web nel suo complesso. Sulla base di tale valutazione, il sito ottiene una classificazione iniziale. Ogni volta che invierai nuovi segnali di classificazione, i web crawler rivisiteranno la tua pagina e aggiorneranno le informazioni nel database. Questo potrà migliorare o peggiorare il posizionamento del tuo sito, in base alla qualità dei dati appena raccolti.

Senza la dovuta attenzione ai principi SEO, tutto il tuo duro lavoro sarà stato compiuto inutilmente: un sito web senza alcuna visibilità è un sito web che non esiste. Inoltre, se hai creato un sito ma questo ha pochi visitatori, conoscere la SEO può aiutarti a capire esattamente perché questo non ha visibilità e guidarti nell’adottare misure per migliorare il tuo posizionamento nei motori di ricerca.

In teoria, si. La SEO è qualcosa che puoi fare da solo, se hai le competenze necessarie. Avrai bisogno di sapere come progettare un sito web, scrivere contenuti di qualità, ottimizzarlo per dispositivi con schermi più piccoli e affrontare altri aspetti più tecnici. La buona notizia è che ci sono molti strumenti a tua disposizione per aiutarti ad affrontare questi compiti.

La SEO è un processo che non ha una durata limitata di tempo e il tuo sito web dovrà essere sempre aggiornato; avrai quindi bisogno di aggiungere sempre nuovi contenuti. Avere una campagna SEO di qualità non è semplice e richiede molto impegno, per questo molte persone scelgono di esternalizzarla del tutto o in parte.

Ora passeremo ad esaminare alcune delle specifiche relative al SEO e vedremo quanti e quali elementi sono inclusi in una campagna SEO di qualità.

Fattori principali di ranking SEO

Quando lavori su SEO, devi essere consapevole dei fattori esistenti che influenzano il tuo posizionamento. Questi sono elementi che influenzano il tuo ranking in modo negativo o positivo. Esistono due tipi di fattori di ranking: On-page e Off. Analizzeremo questi fattori e approfondiremo alcuni di essi nel resto della guida. Vedrai come alcuni sono auto-esplicativi, mentre altri potrebbero richiedere un chiarimento.

Guida SEO per principianti

SEO on-page

Fortunatamente, con la piattaforma WordPress, ci sono diversi plugin che ti permetteranno di ottimizzare perfettamente la tua SEO in-page facilmente! Diamo un’occhiata a un paio di cose a cui dovresti prestare attenzione.

  • Ottimizzazione della pagina e velocità di caricamento

Le pagine Web che caricano più velocemente di 2 secondi sono considerate valide nei registri di Google

Ogni singola pagina del tuo sito web dovrebbe caricarsi velocemente. Non è un segreto che Google classifica più velocemente siti web più veloci, e questo perché vogliono offrire le migliori prestazioni ai loro utenti. Inoltre, se il tuo sito web viene caricato lentamente, puoi aspettarti una frequenza di rimbalzo più elevata. Ci sono due fattori importanti da tenere in considerazione quando si ottimizzano le pagine e le loro velocità di caricamento.

Innanzitutto, le pagine Web dovrebbero essere ottimizzate per diversi tipi di dispositivi. Fortunatamente, è facile da controllare. Prima di decidere di acquistare un tema WordPress, controlla se ha un supporto mobile; renderà le tue pagine significativamente più ottimizzate sin dall’inizio.

Quando si tratta di velocità di caricamento, ci sono plugin che possono aiutarti a gestire il tuo sito web un paio di volte più velocemente. L’utilizzo di questi plug-in potrebbe non essere necessario all’inizio, ma con l’aumentare del numero dei visitatori, sarà necessario aggiungere un plug-in di memorizzazione nella cache. Pertanto, aggiungilo dall’inizio, dato che ti farà volare il sito Web WordPress. Uno dei plug-in di cache più popolari è WP Super Cache.

  • Layout user-friendly

Questo è un altro fattore passivo che influisce notevolmente sulla SEO del tuo sito web. In primo luogo, un buon design e una navigazione intuitiva aiuteranno le persone a trovare facilmente ciò che stanno cercando. Il risultato sarà un minor numero di frequenze di rimbalzo, poiché le persone rimarranno su un sito Web con un layout attraente, che possono facilmente comprendere e utilizzare. Per rendere il tuo sito web user-friendly, sfoglia numerosi temi e fai attenzione a quelli di alto livello. Troverai facilmente un tema con un layout user-friendly, oltre a poterlo modificare in seguito.

  • Parole chiave negli URL

Se la tua pagina si classifica per una determinata parola chiave, è ideale per posizionare la tua parola chiave nell’URL della pagina. Questo può essere facilmente impostato in WordPress; devi solo andare su Impostazioni -> Permalink e scegliere l’opzione Inserisci Nome. Ciò inserirà le parole chiave dal titolo nell’URL della tua pagina.

  • La forza di Yoast SEO

Questo è un plug-in indispensabile se stai cercando un modo per ottimizzare completamente ognuno dei tuoi post e pagine sul tuo sito Web WordPress. Questo plugin renderà più semplice creare una sitemap XML, che è responsabile della comunicazione con i motori di ricerca su quali pagine deve indicizzare. Una volta creata la Sitemap XML, aggiungerla al kit di strumenti per i webmaster di Google è facile. Inoltre, questo plugin ti aiuterà a ottimizzare al meglio ogni singolo post, analizzando i tuoi titoli SEO, Slug e meta-descrizioni.

Dato che siamo in tema di parole chiave, le seguenti sono alcune altre tecniche di parole chiave che puoi usare per aumentare la tua visibilità o semplicemente per classificarle. Usa la parola chiave o la frase chiave scelta in:

  1. Il tuo tag title
  2. Il tag descrizione
  3. Il tag H1
  4. Le prime 100 parole dell’articolo
  • Densità di parole chiave

Tutto quello che devi fare è assicurarti che la parola chiave sia menzionata in modo naturale in tutto il testo e che non sia imbarazzante o forzata come appare nella copia. Dovresti anche utilizzare i sinonimi per la tua parola chiave poiché il testo scorrerà in modo più naturale. Inoltre, con una densità di parole chiave estremamente alta, a volte chiamata ripieno di parole chiave, è probabile che si ottengano risultati negativi nei motori di ricerca, quindi calpestare leggermente.

  • Organizzazione della pagina e dei contenuti

Per aiutare il motore di ricerca a indicizzare più facilmente le tue pagine, devi creare attentamente categorie e sottocategorie. In combinazione con il sistema di tagging, sarà facile impostare una gerarchia che non solo i motori di ricerca gestiranno facilmente, ma anche i visitatori.

  • Lunghezza del contenuto

La maggior parte degli esperti consiglia di inserire il contenuto tra 1.500 e 2.500 parole. Forniremo informazioni più dettagliate sui contenuti più avanti in questa guida.

  • Contenuto originale

Il contenuto di forma lunga di oltre 1.000 parole riceve costantemente più condivisioni e collegamenti È essenziale che i tuoi contenuti non siano un duplicato dei contenuti esistenti online, perché il tuo sito sarà penalizzato.

  •  Ottimizzazione dell’immagine

Le immagini sono anche segnali di classificazione, purché si utilizzino nome, titolo, alt text, descrizione e didascalia adeguati. Quindi, sii accurato, perché il traffico può finire sulla tua pagina quando sfogli semplicemente le immagini.

  • Aggiornamenti

Google preferisce le pagine meno recenti con aggiornamenti significativi quando si tratta di classifica. Se il tuo aggiornamento consiste solo nel cambiare poche parole e frasi, non sarà considerato di impatto. Fare revisioni rilevanti e modificare interi paragrafi o aggiungere nuove informazioni.

Inoltre, se stai utilizzando una versione precedente di WordPress, potrebbe essere considerato un segnale che stai trascurando il tuo sito web, il che può causare punti SEO negativi.

L’attività è un importante fattore di ranking per tutti i motori di ricerca, pertanto, aggiorna regolarmente sia la piattaforma che i contenuti per ottenere i migliori risultati.

Se utilizzi WordPress o qualsiasi altra piattaforma che utilizza plug-in, assicurati che questi plug-in siano sempre aggiornati. I plug-in obsoleti sono un motivo comune per cui gli hacker sono in grado di accedere al tuo sito web

  • Sicurezza

In che modo la sicurezza influisce sul SEO? Bene, se il tuo sito web è compromesso, può essere utilizzato per l’implementazione del malware. A Google non importa se sei il responsabile del malware, o sei stato violato, il sito web sarà penalizzato, cioè deindicato dai risultati della ricerca. Questo farà scomparire tutti gli sforzi SEO.

Pertanto, è molto importante utilizzare una sorta di sicurezza. Sucuri è un ottimo sito Web di protezione del sito Web e ti aiuterà a prevenire varie forme di attacs sul tuo sito web. L’hacking può causare una serie di problemi che possono influire sulla SEO di un sito Web, e per evitare che ciò accada, l’utilizzo di una buona sicurezza è fondamentale.

  • Qualità del link in uscita e pertinenza

La tua pagina deve contenere link pertinenti al tuo contenuto. I collegamenti dovrebbero portare a siti che hanno autorità e che i motori di ricerca si fidano. Inoltre, questi siti dovrebbero essere correlati alla nicchia, non semplicemente blog famosi o siti di notizie.

  • Numero di link in uscita

Un numero elevato di link che portano a siti Web di dominio di livello inferiore è negativo. In altre parole, potresti causare un sospetto inutile e iniziare a perdere autorità perché troppi link in uscita portano a tutti i tipi di siti Web diversi.

  •  Collegamenti interrotti

I collegamenti interrotti non sono di beneficio a nessuno, quindi è necessario verificare il contenuto su base settimanale per assicurarsi che i collegamenti funzionino correttamente o per sostituirli se non lo sono.

  • Collegamenti di affiliazione

In generale, i collegamenti di affiliazione non dovrebbero avere un impatto negativo sul tuo sito. Ma se la maggior parte dei tuoi link on-page sono per affiliati, Google potrebbe iniziare a controllarti più da vicino, per assicurarti che il tuo sito non sia solo lì per scopi di affiliazione e offra molto di più di contenuti di bassa qualità.

  • Grammatica e ortografia

Un consiglio piuttosto ovvio ma, per sicurezza, vale la pena menzionarlo. Se hai errori di grammatica e ortografia , otterrai punti negativi.

In effetti, il 90 percento dei primi 10 siti utilizzava metadescrizioni come parte delle loro strategie di ottimizzazione e l’80 percento utilizzava tag H1 nel loro contenuto

  • Elenchi e numeri

Questi strumenti di contenuto strutturale aiutano a creare un’esperienza utente migliore. Se i tuoi contenuti sono suddivisi in blocchi più piccoli e significativi, i lettori avranno più tempo a comprenderlo. Questo è il motivo per cui elenchi e punti elenco sono menzionati come un fattore di posizionamento positivo.

  • Contenuti aggiuntivi utili

Un altro buon fattore è il contenuto utile. Per chiarire, è necessario aggiungere qualcosa che aiuti gli utenti che stanno leggendo o guardando i tuoi contenuti. Ad esempio, se si scrivono le finanze e le valute, l’aggiunta di uno strumento di conversione di valuta che gli utenti possono utilizzare sul posto sarebbe il tipo di contenuto utile che ti rende più alto.

  • Multimedia

Immagini, video, infografiche, presentazioni e altre forme di multimedia possono agire come segnali di classificazione di qualità, purché siano pertinenti e utilizzati dai visitatori.

  • Percorso URL

Tieni presente che non devi consentire a ogni pagina di collegarsi alla tua home page e viceversa perché questa deve essere riservata alle pagine del tuo sito che ritieni di avere il massimo valore. Quindi, scegli alcune pagine con contenuti eccezionali accessibili dalla home page e fai in modo che altri contenuti meno popolari conducano naturalmente anche a quelle pagine. Se usi eccessivamente link interni, può danneggiare la tua classifica, ma l’uso abile di loro ti farà guadagnare punti.

  • Riferimenti e fonti

Quando citi riferimenti e fonti come in un documento di ricerca, è un segno di contenuti di qualità e un buon fattore di ranking. Proprio come con altri collegamenti in uscita, la rilevanza e la qualità sono essenziali.

Guida SEO per principianti


Leggi anche questo articolo consigliato per te: Corso Seo Gratuito


SEO off-page

Questi sono fattori sui quali non hai il controllo diretto, ma influenzano l’autorità del tuo sito. Per sfruttare il loro potenziale, dovrai utilizzare alcune tecniche SEO, che saranno discusse più avanti in questa guida. Per ora, vediamo quali sono questi fattori di classifica off-page.

  •  Numero di link in entrata

I link in entrata sono collegamenti che portano al tuo sito Web o alla tua pagina web. Dal momento che provengono da un sito Web diverso, vengono anche chiamati collegamenti esterni. Tieni presente che tutti i link non sono creati uguali. Alcuni sono molto più significativi di altri. Tuttavia, ogni link in entrata è un fattore di ranking, quindi il numero di essi influisce sul ranking. Ma, se tutti provengono da un singolo sito web, non ti farà molto bene, quindi, dovresti fare in modo che tu stia ricevendo link da diversi siti web.

  • Qualità dei collegamenti in entrata

La qualità dei collegamenti e il valore del collegamento sono determinati da numerosi fattori, che verranno trattati in seguito. Come accennato, alcuni link ti offrono più link juice degli altri, quindi se possibile, vai su link di qualità.

  • Frequenza o velocità dell’acquisizione del collegamento

SEO off-page è importante quanto il SEO in loco. Quando pensi al link building non prendi la via facile, ma cerca di ottenere link da luoghi difficili da raggiungere. Più difficile è ottenere un link, più valore ha.

Questo non è nulla di cui preoccuparsi, dal momento che solo chi paga per i collegamenti è probabile che sia penalizzato per la frequenza o la velocità dell’acquisizione dei link. In sostanza, se troppi link iniziano a portare al tuo sito, potrebbe sembrare sospetto. Quindi, se inizi a guadagnare da tre a quattro link su base giornaliera e questo va avanti per un periodo di tempo, può indicare un potenziale problema o potrebbe mettere il tuo sito sotto esame più attento.

  • Testi di ancoraggio

Se il testo di ancoraggio, che è un testo evidenziato come collegamento ipertestuale, contiene una parola chiave per la quale la pagina è classificata, allora questo sarà un buon segnale di classificazione. Di nuovo, un link di qualità da solo vale molto di più del testo di ancoraggio, quindi considera questo come un bonus e non perseguirlo senza sosta.

Ottimizzazione del sito

  • Mobile friendly

Dal momento che ci sono utenti che navigano sul Web utilizzando i loro smartphone, ora più che mai, i siti web che non si aprono o che visualizzano errori quando sono accessibili tramite smartphone o tablet, sono penalizzati in termini di ranking e autorità. Come accennato in precedenza, il processo SEO è lì per garantire siti Web migliori per tutti, quindi trascurare di fornire un’esperienza utente di qualità per coloro che navigano sul Web con i loro telefoni segnerà punti negativi.

  • Velocità di caricamento veloce

Un altro aspetto di un’esperienza utente positiva è la velocità di caricamento rapida. Finché il tuo sito o le tue pagine web vengono caricati entro due secondi, ai tuoi utenti non importa. D’altro canto, se il tuo sito web impiega troppo tempo per essere caricato, allora è sicuro che i tuoi utenti inizieranno ad andarsene poiché lo troveranno fastidioso.

Il volume di persone che visitano il tuo sito web e se ne vanno immediatamente senza intraprendere alcuna azione è chiamato frequenza di rimbalzo. Un’alta frequenza di rimbalzo si rifletterà in modo negativo sulla tua classifica, quindi è nel tuo interesse assicurarsi che il tuo sito web funzioni velocemente.

La velocità del tuo sito web dipende dal tuo provider di hosting web, dalla vicinanza dell’utente al server in cui viene caricato il tuo sito e dal tema utilizzato nel processo di web design. Quindi, per creare un sito Web più veloce e un’esperienza utente migliore, avrai bisogno di un fornitore di host web di qualità e di un tema di qualità per il tuo sito web. Puoi trovarli entrambi online esaminando le recensioni o gli articoli che classificano i provider di hosting e i modelli di temi del sito web.

  • Rete di consegna dei contenuti

Abbiamo menzionato la vicinanza al server come uno dei fattori che influisce sulla velocità, ma la vicinanza al server influenza anche la visibilità del tuo sito web. In altre parole, più i potenziali visitatori sono vicini al server, maggiore è la possibilità che scoprano il tuo sito Web e che il tuo sito funzioni bene durante la sessione di navigazione.

È qui che una rete di distribuzione di contenuti o CDN può essere di grande aiuto. Il CDN è lì per assicurarsi che il tuo sito Web non sia limitato a un singolo server, ma sia caricato su numerosi altri server in tutto il continente o mondo.

Con il tuo sito web onnipresente, aumenti la sua visibilità e i tuoi utenti da località più lontane possono avere la stessa esperienza soddisfacente di quelli che sono nelle tue vicinanze. CDN è un servizio che il tuo fornitore di servizi di hosting di solito offre, quindi quando cerchi un web hosting di qualità, dovresti anche chiedere informazioni sul loro servizio di CDN e su quali posizioni coprono.

Una volta che hai un sito Web con un tema veloce completamente ottimizzato per tutti i dispositivi e il sito è caricato su numerosi server da un provider di hosting web di qualità, puoi passare al passaggio successivo.

  • Meta tags

Ogni volta che carichi un video, una foto o un articolo sul tuo sito web, ti viene chiesto di compilare la casella del tag Meta . Qui in pratica si usano le parole per descrivere il contenuto caricato e queste parole devono contenere la parola chiave o le frasi di parole chiave per le quali si desidera che il contenuto sia classificato.

Lunghezza: i tag del titolo devono essere lunghi 50-60 caratteri, inclusi gli spazi

  • Parole chiave nel titolo

Quando stai nominando i tuoi contenuti, devi utilizzare la parola chiave o la parola chiave che è il tuo obiettivo principale. In questo modo, un motore di ricerca saprà che il contenuto riguarda o è correlato alla parola chiave scelta.

  • Sottotitoli

I sottotitoli possono contenere anche parole chiave, sinonimi di parole chiave o altre parole correlate all’argomento. Questi non sono così importanti come i segnali menzionati in precedenza, quindi non c’è bisogno di macellare il contenuto solo per ottenere punti positivi minori.

Nome del sito

Anche il nome di dominio e l’URL del tuo sito web contano come segnali di classificazione. Se ancora non hai ancora chiamato il tuo sito web, considera definitivamente l’utilizzo di una parola chiave o qualcosa di simile alla nicchia nel suo nome. Naturalmente, se hai già un sito web o se hai in mente un nome diverso, non c’è motivo di rinunciarvi. Il nome del sito non è un segnale di classificazione che svolgerà un ruolo essenziale nel processo di ranking, quindi sentiti libero di nominare il tuo sito web come desideri.

  • L’esperienza utente

Anche l’esperienza utente e il tasso di conversione vengono monitorati, quindi è necessario creare contenuti accattivanti per gli utenti e assicurarsi che diventino partecipanti che condividono, commentano e apprezzano il contenuto o diventano clienti paganti.

Ora affronteremo la questione dei contenuti in modo più approfondito e forniremo un esempio del tipo di contenuto che ha un valore elevato.

Guida SEO per principianti

Qualità dei contenuti

Nel corso della guida, il contenuto di qualità è stato menzionato come un elemento importante ed essenziale, tuttavia, non abbiamo mai definito esattamente quale contenuto di qualità implichi. Quando leggi la creazione di contenuti, noterai che le persone dicono che i contenuti devono essere unici, coinvolgenti e intuitivi e che anche il conteggio delle parole è importante. Il motivo per cui non riesci a trovare suggerimenti concreti è che devi creare qualcosa di specifico.

Contenuti coinvolgenti significa che può offrire ciò che i lettori si aspettano. Quindi, se stai creando qualcosa per l’intrattenimento, deve essere divertente e se stai creando tutorial, devono essere precisi, semplificati e in nessun modo ambigui. Questo è il motivo per cui le persone insistono nell’utilizzare foto, video o infografiche di alta qualità come parte del loro contenuto perché è più facile fornire esempi e dimostrare concetti utilizzando i supporti visivi.

Quando si parla di conteggio delle parole, probabilmente avete sentito che il contenuto scritto dovrebbe avere all’incirca tra 1.500 e 2.000 parole. Tuttavia, i tuoi contenuti devono essere intuitivi soprattutto e il conteggio delle parole più alto o più basso non ne determina la perspicacia.

Ora, spieghiamo cosa significa contenuto univoco. Unico non significa che deve essere completamente diverso, dal momento che ci sono altri siti web nella stessa nicchia di te e di contenuti che si sovrappongono. Puoi anche adottare un approccio diverso per rendere i tuoi contenuti più unici. 

Parole chiave e pertinenza dell’argomento

Ovviamente le parole chiave sono ancora importanti perché sono il primo  segnale di posizionamento. Addirittura  la loro importanza è stata sottolineata a tal punto che molti blogger hanno smesso di creare contenuti di qualità. I loro siti si concentravano sull’alta densità di parole chiave e avevano pagine individuali posizionate per una determinata parola chiave o frasi intere di parole chiave.

Per questo motivo, Google ha modificato il suo algoritmo per impedire ai blogger di creare contenuti di spam sul proprio sito web. Aggiornamenti come Hummingbird, Penguin e Panda sono stati creati per garantire che le parole chiave fossero collegate alla pertinenza dell’argomento. 

Per evitare confusione entriamo nel dettaglio su come funziona ciascuno di questi aggiornamenti:

  • Parole chiave e frasi di parole chiave

Parole chiave e frasi di parole chiave sono semplicemente un modo per iniziare la classifica per una particolare categoria. Oggi non vi è alcun motivo per avere contenuti con alta densità di parole chiave, tutto ciò che dovete fare è menzionarli nel titolo e nei tag, e assicurarsi che vengano utilizzati naturalmente un paio di volte nel testo.

  • Densità di parole chiave

Non esiste una percentuale esatta su quale sarebbe una densità di parole chiave naturale. Semplicemente non creare contenuti dove la tua parola chiave è forzata; se puoi menzionare una singola parola chiave o una frase da 6 a 8 volte in un testo che contiene 1.500 parole sarebbe fantastico.

  • Parole chiave pertinenti all’argomento

Oltre alle parole chiave, i motori di ricerca si aspettano di utilizzare le cosiddette parole chiave “pertinenti all’argomento”. Poiché i motori di ricerca non possono valutare i tuoi contenuti come gli umani, tendono a confrontare i tuoi contenuti con quelli esistenti su siti web di alto dominio.

Vale anche la pena ricordare che è possibile scaricare e acquistare vari strumenti in grado di analizzare il testo su una pagina o strumenti che possono fornire parole chiave pertinenti all’argomento  dopo aver digitato la parola chiave desiderata. 

  • Difficoltà di posizionamento

Infine, c’è un elemento di difficoltà di classificazione per ogni parola chiave. Alcune parole chiave sono forti e, pertanto, molti siti Web già le utilizzano. In questo caso, sarà difficile superarli se sei appena agli inizi. In altre parole, dovresti fare una ricerca approfondita sulla forza delle parole chiave e la sua difficoltà. Per completare questo processo sono disponibili degli strumenti  utilissimi che ti consigliamo di utilizzare.

  • Valore di collegamento

Una volta creato un sito web veloce e ottimizzato, con contenuti di qualità con le giuste parole chiave e pertinenza, è necessario lavorare sui collegamenti, sia esterni che interni, entrambi seguiti (collegamenti che contano per il ranking della pagina) e no-follow (collegamenti che non contano per il posizionamento della pagina, come annunci o collegamenti forniti nei commenti dei lettori). 

  • Page rank e autorità di un sito web

Questo è un fattore estremamente importante. Il page rank e l’autorità di un sito web, ha un impatto significativo sul valore del link. I siti Web e le pagine altamente classificate sono più affidabili, pertanto i link esterni che provengono da tali siti aggiungono maggiore autorità al tuo sito web e ai tuoi contenuti.

  • Rilevanza del link in entrata

Un sito Web che si collega al tuo sito deve essere di attualità e pertinente ai tuoi contenuti. Ad esempio, un collegamento in entrata da un blog correlato alla medicina al tuo blog tecnologico non ha lo stesso valore di un link in entrata da un blog tecnico, di giochi o relativo alle app. Fondamentalmente, i due siti web devono avere un legame naturale se i link esterni devono essere considerati preziosi.

  • Segui vs. no-follow

Segui i collegamenti a siti Web pertinenti per generare punti di autorità. I link no-follow, come link su annunci o link a contenuti che non vuoi sostenere, non contano per il posizionamento del tuo sito. Tuttavia, sarebbe sbagliato presumere che non siano necessari collegamenti no-follow. I siti web con collegamenti senza seguito tendono ad essere più affidabili; non ci sono secondi fini, quindi l’informazione è solitamente più genuina su quei siti.

Anche se i collegamenti non generano punti di classifica, possono comunque essere una valida fonte di visitatori del sito web. Se il tuo pubblico di destinazione legge un determinato blog e quel blog non ha link seguiti, dovresti comunque provare a posizionare i tuoi link lì. I link porteranno più traffico al tuo sito web, e questo è un grande valore per conto proprio.

 

Se hai dei consigli, ti invito a lasciare un commento qui sotto e a condividere la tua esperienza. Mi piacerebbe davvero rendere questo post una risorsa utile per tutti. Allo stesso modo, se hai domande per me, lascia un commento e farò del mio meglio per risponderti in tempi brevi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

In questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare report di navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .