Percorso di creazione di un blog

scritta blog

Ogni settimana ricevo almeno 10 email da persone che vogliono iniziare ma sono ancora un po’ confuse su alcuni aspetti dell’intero percorso di creazione di un blog. Ho deciso pertanto di fare cosa gradita, basandomi sulle mie esperienze. Mettere insieme una lista delle prime cose da fare.

Tutti i blog sono diversi ma ci sono alcuni elementi che ognuno dovrebbe contenere. Se stai cercando di impostare il tuo blog per dargli le migliori probabilità di successo, ti consiglio di seguire questa lista dove ho cercato di mettere ogni elemento in ordine nel miglior modo possibile.

  1. Assicurati di sapere perché vuoi iniziare un blog e impegnati a mantenerlo online per almeno un anno. 
  2. Fissa obiettivi concreti con una scadenza e un risultato specifico.
  3. Cerca e controlla gli altri blog nella tua nicchia, guarda cosa stanno facendo e come potresti migliorare dove loro sbagliano. Ogni giorno continua a fare ricerche regolarmente, non smettere mai di conoscere il tuo mercato e i tuoi obiettivi.
  4. Assicurati che il nome di dominio da te scelto non sia già in uso.
  5. Acquista un nome di dominio e un pacchetto di hosting in modo che possiedi e controlli completamente il tuo sito web (non gratuito). Un buon suggerimento è acquista su Siteground.
  6. Installa WordPress sul tuo Hosting come software di blogging gratuito attraverso il quale potrai scrivere i post e modificare il tema scelto. Leggi qui.
  7. Imposta un indirizzo email usando il tuo nome di dominio, da utilizzare per registrarti ai  servizi relativi al tuo blog. 
  8. Scegli un tema adatto ai tuoi scopi, che potrebbe significare acquistarne uno premium (consigliato)
  9. Dai al tuo sito un nome e una tagline (tagline o tag-line è una frase breve e diretta che riassume in modo istantaneo la descrizione del tuo blog) che includa il nome di dominio e idealmente le parole chiave di destinazione.
  10. Aggiungi un plugin di sicurezzacome Sucuri Security o WP Security Audit Log e dedica un po ‘di tempo a leggere come funziona.
  11. Crea una Sitemap con le Sitemap XML plugin in modo che Google possa vedere come il tuo sito è strutturato e aggiornato.
  12. Aggiungi un plug-in di social sharing come Mashshare in modo da avere alcune icone semplici e pulite in cui le persone possono fare clic per condividere i tuoi articoli.
  13. Aggiungi il plugin Yoast SEO e imposta le basi. Questo può essere un plugin abbastanza avanzato puoi modificarlo una volta installato.
  14. Crea alcuni moduli opt-in per la sidebar, la parte inferiore dei post, l’intestazione, ecc. Usando il generatore di form AWeber e aggiungili al codice del tuo blog.
  15. Cambia la tua struttura permalink per usare “post name” come predefinito in modo da non avere date e categorie nel tuo URL.
  16. Scrivi una pagina di informazioni che descriva chi sei e perché il tuo blog è diverso dagli altri. 
  17. Crea una pagina di contatto con un indirizzo email dove le persone possono raggiungerti e, eventualmente, i link ai social network se preferisci essere contattato lì.
  18. Prendi in considerazione l’aggiunta di una politica sulla privacy e di termini e condizioni se hai dei consigli su cosa è necessario includere nella tua zona.
  19. Aggiungi alcuni link ai tuoi profili di social network nella tua pagina Informazioni e / o nella barra laterale in modo che le persone sappiano dove connetterti al di fuori del sito.
  20. Scrivi il tuo primo post sul blog di almeno 2.500 parole che dia vita allo stile e agli argomenti del tuo blog. Aggiungi link pertinenti a questo primo post, che puntano ad altri siti e risorse di qualità, in modo da dare più autorità al tuo blog e aiutarti a raggiungere l’attenzione degli altri proprietari di siti.
  21. Considera l’aggiunta di molti altri media a questi post di lunga durata come video, audio, grafica, elenchi di risorse, ecc. In quanto ciò aumenta il valore del post ed è un fattore di qualità per Google.
  22. Pensa alle categorie e ai tag che utilizzi e prova a inserire ciascun post in una sola categoria e 3-5 tag basati sulle tue parole chiave.
  23. Registrati per un pacchetto di analisi come Google Analytics  in modo da poter monitorare i visitatori e vedere dove entrano e come si comportano una volta sul tuo blog.
  24. Fai apparire la tua foto nei commenti associando il tuo indirizzo email a un account Gravatar . 
  25. Pubblica il tuo primo post in un giorno di traffico intenso come lunedì o mercoledì. Il picco massimo della giornata si raggiunge tra le ore 12,00 e le ore 13,00 Con molta probabilità questo può essere messo in relazione con la pausa pranzo. Ore 19.00 e le ore 20.00 di sera.  

Se segui tutti questi passaggi, scoprirai che il tuo nuovo blog è impostato in modo da essere in grado di crescere e di poter cambiare in futuro. Questi sono i passaggi di base che utilizzo quasi sempre, ovviamente, sarà diverso per ognuno di voi a seconda degli obiettivi e delle funzioni che volete raggiungere.

Se hai letto fin qui probabilmente troverai tutte queste cose un po’ noiose e basilari per le tue esigenze. Va bene!!  Quello che ho voluto fare per te è creare un promemoria avanzato e semplificato di “compiti” da fare sul tuo blog. 

Ogni blog è diverso e personalizzato, ma ci sono alcuni elementi comuni a tutti e a tutte le attività online. È una buona idea trovarne il maggior numero possibile.

 

Se hai dei consigli, ti invito a lasciare un commento qui sotto e a condividere la tua esperienza. Mi piacerebbe davvero rendere questo post una risorsa utile per tutti. Allo stesso modo, se hai domande per me, lascia un commento e farò del mio meglio per risponderti in tempi brevi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

In questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare report di navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .