Come scegliere le parole chiave

scegliere le parole chiave

Il successo della strategia SEO dipende molto dalle parole chiave che scegli 

La maggior parte degli specialisti di SEO-marketing usano gli stessi strumenti (ad es.: Google Keyword Planner) per trovare idee per le parole chiave. Quindi molte persone finiscono spesso per utilizzare lo stesso ristretto gruppo di termini.

Il risultato? Diventa sempre più difficile classificare un sito in base a queste parole chiave.

Questo non significa che gli strumenti per la ricerca delle parole chiave siano inutili, anzi: possono fornirci un numero quasi illimitato di idee. Tuttavia, tendono a funzionare meglio quando si opera in un contesto di nicchia comprendente molti argomenti secondari, poiché ogni argomento secondario sarà correlato a moltissime parole chiave pertinenti. Ad esempio, la parola chiave “ginnastica” potrebbe includere le ricerche fatte per “cultura fisica” e “ginnastica artistica”.

Cosa succede se la tua nicchia è ristretta (ad es.: “assicurazioni auto”)?

Che cosa succede se tutte le parole chiave significative proposte dagli strumenti di ricerca sono già state accaparrate dalla concorrenza?

In una situazione di questo tipo avrai bisogno di maggiori informazioni sul tuo pubblico di destinazione e sul tipo di linguaggio che adopera. Questo è l’unico modo per individuare parole chiave nascoste, preziose come gemme sfuggite ai tuoi concorrenti.

In questo post descriverò quattro semplici modi per trovare eventuali parole chiave occulte. Spiegherò anche come analizzarle in base al potenziale di traffico e alla difficoltà di classificazione.

1) Entra nella testa dei tuoi clienti

Il brainstorming è il modo più semplice e veloce per ottenere qualche idea iniziale per parole chiave legate a un certo argomento.

La maggior parte di noi specialisti SEO tende a pensare inconsciamente a parole chiave che potrebbero produrre elevati volumi di ricerca. Questo non è sbagliato, ma bisogna tener presente che:

–  la maggior parte di queste parole chiave sarà incredibilmente difficile da classificare;

– è importante cercare di immedesimarsi nei clienti e pensare anche ai modi meno    prevedibili che potrebbero utilizzare per cercare il prodotto o il servizio che viene offerto.

Se la tua mente si paralizza durante questo processo, ecco un paio di “trucchi” che possono aiutare:

  1. Fingi di non avere alcuna conoscenza del settore/argomento di cui ti stai occupando: questo ti aiuterà a entrare nella mente del cliente “ordinario” per capire quali parole potrebbe utilizzare per la ricerca;
  2. Immagina che il tuo prodotto/servizio non esista, quindi fai un brainstorming su come lo descriveresti.

Se stai ancora annaspando, pensa a come potenziali clienti privi di competenze del segmento di mercato in cui operi ne potrebbero parlare coi loro amici.

  • Cosa direbbero?
  • Che espressioni userebbero?
  • Utilizzerebbero termini comuni o quelli del gergo industriale?

Si tratta quindi di attivare un processo empatico nei confronti dei tuoi clienti per arrivare a capire come si comporterebbero effettuando una ricerca sul web.

2) Parla con i tuoi clienti

È facile perdere il contatto con i clienti, giorno dopo giorno, soprattutto quando si lavora in un settore specifico.

È importante quindi ottenere un feedback dai propri clienti.

Non è sempre possibile parlare di persona con loro ma esistono diversi espedienti che si possono utilizzare per ottenere un feedback (risponditori automatici, ricerca sul campo, moduli di iscrizione, ecc.). Tutti questi strumenti possono contribuire a individuare keyword occulte e strategie di ricerca poco utilizzate dagli specialisti del seoing.

3) Community e contenuti

I siti e le community di contenuti generati dagli utenti  sono luoghi utili  per scegliere le parole chiave non ancora utilizzate. Perché? Perché le persone usano questi social per porre domande quando non riescono a trovare altrove una risposta . Se passi un paio d’ore a spulciare questi siti, troverai un sacco di idee per parole chiave e inizierai anche a capire quali tipi di domande e argomenti interessano al tuo pubblico.

4) Social network 

Quando le persone pubblicano su Twitter, Facebook, LinkedIn, ecc, lo fanno con pochissime modifiche. Per questo motivo, i contenuti che pubblicano su questi siti sono spesso fedeli al loro modo di parlare nella vita reale. I social network sono luoghi in cui la maggior parte delle persone cerca risposte quando ha domande o problemi.

Ecco i due posti principali in cui personalmente cerco le parole chiave:

  • Gruppi di Facebook
  • Profili LinkedIn

I gruppi di Facebook sono spesso pieni di brillanti idee per le parole chiave perché il contenuto tende a essere quasi esclusivamente composto da domande degli utenti (a meno che non sia un gruppo particolarmente pieno di spam).

Perché ho bisogno di dati per aiutarmi a trovare le parole chiave?

Il mondo digitale sta diventando sempre più affollato. A questo ritmo, è facile per qualsiasi sito Web non riuscire a ottenere successo senza le parole chiave giuste. Ecco perché è necessario condurre ricerche approfondite su parole chiave. Questo processo comporta la ricerca di quali query le persone inseriscono nei motori di ricerca e il volume di ricerca di ciascuna di queste query.

Le parole chiave indicano a Google qual è il tuo argomento e aiuta i motori di ricerca ad abbinare il contenuto pertinente alle domande giuste. La chiave, tuttavia, è che è necessario trovare le parole chiave che contano per le persone e su cui è possibile classificare. I dati sono la chiave per scoprire le parole chiave giuste.

Cosa faccio con le parole chiave che ho selezionato?

Una volta che hai le parole chiave in mano, devi creare una strategia di contenuti completa con contenuti che i tuoi clienti desiderano leggere. Non bisogna creare un post sul blog con una parola chiave e considerare tale parola chiave usata, utilizzata. Invece, è necessario visualizzare le parole chiave come argomenti e utilizzarle per promuovere contenuti correlati nella propria campagna. 

Una parola chiave utilizzata per diffondere un video può quindi essere utilizzata durante la creazione di una infografica correlata. Usa le tue parole chiave per fornire idee per le indicazioni da includere nella tua campagna di marketing dei contenuti. Questo ti aiuterà a usarli in modo più naturale e ti incoraggerà a stabilirti con più autorevolezza.

Scoprire le giuste parole chiave può essere una sfida. Attraverso l’uso dei dati, sarete in grado di capire meglio ciò che i clienti vogliono vedere e gli argomenti che attirano maggiormente l’attenzione. Sarai quindi autorizzato a creare i contenuti giusti al momento giusto, migliorando i tuoi tassi di coinvolgimento e le conversioni.

Se hai dei consigli, ti invito a lasciare un commento qui sotto e a condividere la tua esperienza. Mi piacerebbe davvero rendere questo post una risorsa utile per tutti. Allo stesso modo, se hai domande per me, lascia un commento e farò del mio meglio per risponderti in tempi brevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

In questo sito Web utilizziamo strumenti di prima o di terzi che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare report di navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore .